Bossi rovina i piani di Fini

Anche volendo seguirlo nel suo modo di ragionare, risulta evidente che Gianfranco Fini ha commesso un grave errore nel discorso tenuto domenica davanti ai fedelissimi radunati a Bastia Umbra: ha incautamente attaccato la Lega che, quindi, non potrà stringere un patto con lui per costituire un nuovo governo; se lo facesse, darebbe l’impressione ai propri elettori (molto numerosi al Nord) di accettare un compagno di viaggio che la disprezza e la considera un problema anziché una risorsa. Senza contare che Bossi e Berlusconi hanno un rapporto consolidato di alleanza e di amicizia, e che nessuno dei due se la sentirebbe di abbandonare l’altro per andare appresso a Fini.
Quello del presidente della Camera è uno sbaglio non solo politico ma anche sotto il profilo aritmetico. Una coalizione di centrodestra priva delle camicie verdi non avrebbe i numeri per formare una maggioranza, quand’anche l’Udc uscisse dal ghetto in cui si trova ora per sostenere un esecutivo Berlusconi bis...

Leggi l'editoriale di Vittorio Feltri sul Giornale in edicola