Bossi sbarca a Malpensa «Andremo al governo e salveremo l’aeroporto»

Il Carroccio, furioso per il taglio dei voli annunciato da Alitalia dopo la vendita ad Air France, scende in campo e annuncia battaglia. «Se vinciamo le elezioni imporremo ad Air France come condizione il mantenimento di tutti i voli ora attivi a Malpensa per i prossimi tre anni» dice Roberto Maroni. Una vera e propria moratoria che Maroni pronuncia davanti ai 50mila militanti leghisti arrivati da tutta la regione. Poi tocca a Bossi che rilancia la battaglia occupazionale. Lo fa dicendo che la vendita ad Air France è giusta, perché altrimenti Alitalia fallisce, ma che i lavoratori «devono continuare a vivere e lavorare».