Bossi, tour de force elettorale. Il Senatùr sostiene Letizia e i candidati solitari della Lega

<strong>LOMBARDIA</strong> In agenda sostegno al sindaco di Varese (appoggiato anche dal Pdl), poi Rho, Desio e anche Brebbia.
<strong>MILANO</strong> Venerdì pomeriggio torna in piazza Castello dopo il comizio davanti ai Giovani padani con la Moratti

Umberto Bossi è in pista, soprattutto per la Lega. Per fugare ogni dubbio sull’entusiasmo elettorale del leader leghista basta dare un’occhiata all’agenda degli impegni. Il senatur infatti chiuderà la campagna elettorale per le amministrative con un «tour de force» al Nord. E si concentrerà nei Comuni dove il candidato è leghista o il Carroccio corre da solo, anche se non mancherà il passaggio pro-Moratti.
Silvio Berlusconi oggi è a Milano, e ha intensificato il numero di interventi e messaggi agli elettori. Ma anche il segretario federale padano ha in programma quasi un comizio al giorno nell’ultima settimana prima del silenzio elettorale. A Milano è salito sul palco dei Giovani padani insieme a Letizia Moratti e tornerà il 13; per il resto i comizi del senatur sono fissati in città dove la Lega presenta un suo candidato. Lunedì sera, sarà a Brebbia, paesino di poco più di 3.700 anime del Varesotto, noto per il museo della pipa. Anche qui, la Lega corre da sola con l’architetto Antonio Aldo Pedretti (contro il candidato pidiellino Angelo Brughera). Martedì e mercoledì il leader leghista sarà nel Milanese: prima a Desio, poi a Rho. Entrambi Comuni importanti e popolosi (intorno ai 40-50mila abitanti) dove la Lega va in corsa solitaria all’appuntamento elettorale. A Desio, dove già il ministro dell’Interno Roberto Maroni è stato la settimana scorsa, i lumbard presentano Silvio Arenti, col sostegno di una lista civica. A Rho, invece, schierano il 33enne consigliere regionale lombardo Fabrizio Cecchetti. Giovedì Bossi sarà impegnato a sostenere un’altra corsa solitaria della Lega: quella di Giovanna Bianchi Clerici, attuale consigliere del cda Rai, schierata contro il candidato del Pdl, Massimo Bossi (i leghisti temono l’omonimia), a Gallarate, centro importante del Basso varesotto.
Venerdì, giorno di chiusura della campagna elettorale, infine, il senatur andrà a Varese per sostenere il sindaco uscente della Lega, Attilio Fontana, in corsa per la riconferma, appoggiato anche dal Pdl. Ma prima, nel pomeriggio, alle 18.30, appuntamento atteso è il un comizio in piazza Castello, a Milano, in sostegno di Letizia Moratti, unica eccezione ad un programma cucito sul sostegno alle candidature dei suoi uomini e ai tentativi di corse solitarie. Segno che, pur con l’attenzione al territorio, anche i lumbard tengono gli occhi puntati su Milano.