BOTTA E RISPOSTA SULLA STORIA

Tante le lettere arrivate in redazione dopo le esternazioni del presidente della Camera Gianfranco Fini che ha dichiarato come «I resistenti stavano dalla parte giusta, i repubblichini dalla parte sbagliata. È doveroso dire che, se non è in discussione la buonafede, non si può equiparare chi stava da una parte e combatteva per una causa giusta di uguaglianza e libertà e chi, fatta salva la buonafede, stava dalla parte sbagliata». La dichiarazione ha generato l'enorme dissenso di Francesco Storace, che lo ha accusato di rinfocolare odio e di dare ragione agli esponenti di estrema sinistra. Il dibattito tra i lettori de il Giornale nasce proprio da queste vicende. E sono in tanti, soprattutto tra coloro che hanno vissuto quegli anni, che preferiscono affrontare il dibattito sulla Storia senza rinnegare tutta un’epoca, ma facendo doverosi distinguo. Questa pagina contiene solo una parte delle lettere ricevute.