Botta «Subito disponibile a incontrare i pensionati»

Ho letto come sempre con attenzione l'editoriale di Massimiliano Lussana intitolato «E noi difendiamo le pensioni Inpdap», e devo anche dire che in larga parte concordo con lui. È evidente che se nelle vicende delle pensioni per l'Amianto o dell'ex Cap qualcuno ha commesso dei reati, sarà giusto che paghi. Ma era ed è irrinunciabile la difesa degli interessi più deboli, dei lavoratori in buona fede che si trovano improvvisamente e ingiustamente la pensione decurtata o addirittura sospesa, senza che nemmeno i processi si siano svolti e le eventuali responsabilità siano state accertate.
Voglio aggiungere che ho letto anch’io delle difficoltà in cui si trovano altri pensionati, come quelli dell'Inpdap. E che sono pronto a considerare l'articolo del «Giornale» come una sollecitazione alla quale rispondere positivamente. Dunque, per quanto mi riguarda sono pienamente disponibile a un incontro con i pensionati che fossero interessati a una interlocuzione con la Regione Liguria.
Del resto ricordo che anche le altre categorie (...)