Botte ai paparazzi Condanna a 9 mesi per Gigi D’Alessio

Il cantante Gigi D’Alessio è stato condannato a nove mesi di carcere per l’aggressione a due fotografi che volevano riprenderlo nella sua villa all’Olgiata mentre si trovava in compagnia della fidanzata Anna Tatangelo. L’artista napoletano, che era imputato per lesioni personali e altri reati, ha però potuto beneficiare della sospensione della pena. L’episodio avvenne nel gennaio 2007. Alessandro Foggia e Mauro Terranova accusarono il cantante di averli aggrediti mentre cercavano di fotografarlo, mentre D’Alessio si difese sostenendo che i fotografi lo avessero provocato, cercando di entrare nella sua abitazione e apostrofandolo per le sue origini napoletane. Uno dei due paparazzi, Michele Terranova, aveva rimesso la querela dopo aver accettato un risarcimento di 10mila euro. «Sono dispiaciuto e sorpreso allo stesso tempo, riguardo la decisione del giudice», ha commentato il cantante. «Ammetto di aver avuto una reazione dettata dalla stanchezza e dalle continue pressioni da me subite in quel periodo. Ma allo stesso tempo considero questa sentenza un invito a perpetrare atteggiamenti ossessivi da parte di chi, per mero guadagno, usa la vita privata delle persone».