Botte in discoteca Finiscono in cella 9 extracomunitari

Una maxirissa scoppiata all’alba di ieri nella discoteca «Shuttle» di Andalo si è conclusa con l’arresto di nove persone, cinque marocchini e quattro albanesi. Per far fronte alla situazione sono dovute intervenire sette pattuglie di carabinieri. Tutti sono accusati di rissa e lesioni personali aggravate; ai marocchini sono stati anche contestati i reati di danneggiamento aggravato e porto ingiustificato di armi improprie. Il tutto è nato quando i cinque marocchini, piuttosto alticci, hanno cominciato ad infastidire alcuni clienti del locale, pare per contendersi una ragazza. Sono così intervenuti i quattro «buttafuori», tutti di nazionalità albanese, ma i marocchini hanno reagito, cominciando a lanciare bicchieri rotti contro di loro. La zuffa è proseguita anche fuori: i marocchini hanno preso dalle loro auto dei bastoni e si sono lanciati contro i buttafuori e contro le vetrate del locale, che sono andate in frantumi. Allertati dai proprietari della discoteca, sono arrivati i carabinieri. I contendenti, feriti e contusi, sono stati accompagnati in ambulanza ai Pronto Soccorso della zona e di lì in carcere a Trento.