Botte e feriti all’Università statale: tre studenti finiscono sotto inchiesta

Dai cortili della Statale agli uffici della Procura. Gli scontri tra i ragazzi dei collettivi di sinistra e i giovani di Azione universitaria (movimento vicino ad Alleanza nazionale) avvenuti il 9 ottobre scorso finiscono in un fascicolo aperto dai magistrati che - negli ultimi mesi - si sono occupati dei nuovi fenomeni di estremismo politico. Tre gli indagati, accusati di rissa. Due appartengono ai collettivi (e per uno di questi si ipotizza anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale), il terzo ad Azione universitaria. Alcuni degli studenti che hanno preso parte all’aggressione sono già noti alle forze dell’ordine, e avrebbero legami con personaggi di spicco nel mondo del radicalismo di sinistra.
Proprio ieri, An ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno Giuliano Amato per «sapere quali urgenti iniziative intenda assumere per impedire che nelle aule delle università italiane torni a scatenarsi quella furia ideologica, che ha contribuito in passato ad alimentare il fenomeno del terrorismo».