«Botti» illegali: presi due egiziani

Nell’ambito dei servizi predisposti allo scopo di contrastare il fenomeno della vendita illecita di «botti» nelle ore che hanno preceduto il Capodanno, i Carabinieri della Stazione Roma Porta Cavalleggeri hanno denunciato in stato di libertà due egiziani, di 44 e 24 anni, responsabili di possesso e commercio di materiale esplodente di vario tipo anche proibito. I due sono stati sorpresi, in via Cava Aurelia, a vendere circa 3 chilogrammi di giochi pirici senza avere alcuna autorizzazione. Il materiale è stato sequestrato in attesa di essere distrutto.