Con un bouquet di 500 eventi tra musica, danza, teatro con 800 artisti, la città diventa un unico palcoscenico dal centro storico alla periferia Ecco i tanti percorsi della notte più lunga «La Divina Commedia» letta da Roberto Benigni aprirà la Notte

Dal «Jazz on white» nella Galleria Sordi alla kermesse di danza brasiliana a Primavalle

Anna Frangione

Benigni legge Dante. La magica notte della cultura e dello spettacolo si apre alle 20.30 a piazza del Campidoglio con l’artista toscano che interpreta «La Divina Commedia». E si conclude con la pizzica salentina al Pincio, dove l’«Orchestra della Taranta» diretta da Ambrogio Sparagna farà ballare a partire dall’alba, insieme anche a Giovanni Lindo Ferretti e Gianna Nannini. Nel mezzo ci saranno 500 eventi e più di 800 artisti dal centro storico alla periferia. Dal «Jazz on white» della Galleria Alberto Sordi nel cuore della città alla kermesse tutta brasiliana con «Bandao on the road» a Primavalle. A Villa Borghese sarà protagonista Gigi Proietti, dalle 22.30 sul palco elisabettiano del Silvano Toti Globe Theatre. Michael Nyman e la sua band di 11 elementi emozionerà alle 4.30 al Campidoglio con le colonne sonore di successi del grande schermo, come «Lezioni di piano» di Jane Champion. Non mancano le novità di questa terza edizione. Una discoteca itinerante nello spazio di autobus: dalle 23 alle 3 da piazzale Flaminio parte «aBUSamyPLAY», con a bordo Dj e tanta musica. Ospite d’eccezione, poi, in piazza del Popolo, «Luna Rossa», la celebrata vincitrice della Louis Vuitton Cup del 2000 fino al 25 settembre. E alla fine di un tour che dura tutta una notte, la colazione si farà al Bioparco, in compagnia di sei scimpanzè.