Bova vota per la legalità

L’attore Raoul Bova presenterà ufficialmente questa mattina ad Alatri, nell’ambito del Saturno Film Festival, la «Fondazione Capitano Ultimo» e il progetto Campus della Legalità, avviato con il Comune di Roma e di cui lo stesso Bova è presidente. La Fondazione nasce dall’incontro, prima professionale e poi di grande amicizia, tra l’attore idolo delle teenagers e Sergio De Caprio, il colonnello dei carabinieri, noto proprio con il nome di battaglia di Capitano Ultimo, che dopo anni di indagini e appostamenti riuscì ad arrestare Totò Riina.
Durante le riprese della serie televisiva in cui Raoul Bova impersonò proprio il Capitano Ultimo, si consolidò l’intenzione di dar vita a questa Fondazione, con lo scopo dichiarato di promuovere e sostenere una cultura della legalità e della solidarietà.
E a proposito di questi ultimi temi, la Fondazione ha in animo di realizzare a Roma un «Campus produttivo della Legalità e Solidarietà», insieme ad altre realtà associative. Nel Campus, primo esempio del genere in Italia, su una superficie di 70 ettari sono previsti anche un’area per la coltivazione biologica, la costruzione di una casa-famiglia, uno spazio teatrale e un campo sportivo polifunzionale.
La presentazione nell’ambito del festival di Alatri proseguirà poi, sempre oggi ma anche domani, con un convegno su «Criminalità organizzata e mobilitazione della legalità», con la partecipazione tra gli altri di Michele Placido e del giornalista siciliano Lirio Abbate, minacciato dalla mafia. Domani pomeriggio, invece, il Festival offrirà la presentazione dell’anteprima nazionale del film «Milano-Palermo, il ritorno», con Giancarlo Giannini presente in sala.