Bp in forte ribasso a Londra

Giornata di tensione nelle Borse mondiali, con New York che ha sempre viaggiato in terreno negativo, fino a spingersi oltre lo 0,5% nelle fasi finali. Oltre che dal forte calo dei petroliferi, i mercati sono stati disorientati dalla notizia delle intenzioni del governo venezuelano di nazionalizzare la compagnia telefonica Cantv. A Caracas gli indici borsistici hanno ceduto fino al 15%. Le piazze europee sono rimaste a galla, e solo Stoccolma e Madrid chiudono in lieve calo. I possibili nuovi assetti azionari nel trasporto aereo hanno messo in tensione la scandinava Sas, che cresce del 6,1%. A Francoforte in rosso Volkswagen (meno 1,5%) e il colosso dell'acciaio Thyssenkrupp (meno 1,4%) . A Parigi seduta sugli scudi per il costruttore Saint Gobain (più 4,7%) sul rialzo del target price. Su anche France Telecom (più 2,7%) A Londra pesanti la catena Marks & Spencer (meno 4,2%), su deludenti dati delle vendite natalizie, e il colosso petrolifero BP (meno 3%).