Bpi, approvata la lista del cda per la prossima assemblea

Pochi i nomi noti: oltre a Piero Giarda e Divo Gronchi, ci sono anche Giorgio Olmo e Vittorio Coda

da Milano

Pochi nomi noti e molti esponenti dell’economia locale nella lista dei candidati per la prossima assemblea di Bpi approvata dal consiglio di amministrazione. La lista (per il momento l’unica ufficialmente presentata) è stato diffusa ieri mattina visto che la riunione del board di mercoledì si è prolungata fino a mezzanotte. Il difficile parto alla fine ha portato a un elenco di 16 nomi che, secondo alcune interpretazioni, segna un difficile compromesso tra le esigenze di rinnovamento e la consapevolezza che nell’assemblea rilevanti pacchetti di voti saranno ancora controllati dal management dell’istituto in qualche modo legati all’era Fiorani.
Oltre al direttore generale Divo Gronchi e a Piero Giarda (presidente), tra i nomi conosciuti ci sono Roberto Schmid, ex rettore dell’Università di Pavia, Vittorio Coda (è nel cda di Rcs Quotidiani) e Giorgio Olmo, nominato amministratore delegato il 2 agosto dopo la sospensione di Fiorani. Una posizione delicata la sua: Olmo è stato anche presidente della Popolare di Crema condividendo con Fiorani le linee del progetto. La sua presenza è spiegata dal comportamento tenuto dallo stesso Olmo negli ultimi mesi. Olmo ha infatti firmato le denunce-querele contro gli ex vertici Fiorani e Boni e nei documenti presentati alla Consob. In ogni caso Gronchi sarebbe uscito dalla riunione del cda con la stessa lista che aveva presentato al consiglio senza introdurre alcuna modifica o cedere alle pressioni di chi, nel vecchio cda, voleva ricandidarsi o indicare altri nomi.
A parte i cinque citati in precedenza gli uomini voluti da Gronchi per l’assemblea di fine gennaio ci sono Guido Duccio Castellotti, ex direttore della Coldiretti lombarda ed esponente molto noto del mondo agricolo (è anche consigliere di amministrazione della Banca della nuova terra); Pier Antonio Ciampicali (consigliere di amministrazione di numerosi istituti di credito), Costantino Coccoli (presidente di Assolodi, l’associazione degli industriali locali, e componente del consiglio direttivo di Assolombarda); Maria Luisa di Battista, docente di economia alla Cattolica di Piacenza; Bruno Giuffrè, avvocato; Andrea Guidi, presidente degli industriali di Lucca (la Lodi ha acquisito la cassa locale); Augusto Machirelli, presidente della Negri Bossi di Imola (è un’altra zona in cui Bpi vanta una presenza forte); Pietro Manzonetto, docente alla Cattolica di Milano; Roberto Nicola Martone, numero uno di una importante azienda lodigiana, la Icr; Mario Minoja, docente alla Bocconi, Enrico Perotti, presidente della Camera di Commercio di Lodi.