Bpi-Bpvn, oggi il cda dell’ex Lodi su Cattolica

Il via libera all’estensione alla Cattolica Assicurazioni dell’aggregazione fra Bpi e Popolare Verona-Novara, sarà affrontato dal cda della ex Lodi in programma oggi pomeriggio che avrà come oggetto i dettagli della fusione con l’istituto veronese. Dopo aver preso tempo nella riunione del 25 ottobre, infatti, i consiglieri potrebbero esaminare le linee generali per l’accordo a tre, i cui dettagli saranno poi oggetto di ulteriori trattative, per poter così terminare entro l’anno la compilazione del piano industriale della nuova «superpopolare». Le parti si sono date tempo «entro la fine del mese» di ottobre per una decisione ma i vertici dei due istituti avevano indicato una soluzione della vicenda entro i primi giorni di novembre e per questo è possibile un ulteriore piccolo slittamento delle trattative. Intanto sul fronte dell’altra possibile aggregazione, quella della Bpu con Banca Lombarda, il presidente dell’istituto bergamasco Emilio Zanetti frena: «Si tratta al momento solo di un approccio in una fase del tutto iniziale», aggiungendo come «non c'è nulla di concreto e positivo».