Bpi chiede lumi a Consob e Bankitalia

Antonveneta

I vertici di Banca Popolare Italiana intendono chiedere a Bankitalia e Consob la sorte della doppia offerta su Antonveneta attualmente sospesa. La decisione, legata all’orientamento di muoversi in stretto contatto con le istituzioni emerso giovedì al termine del Cda, si tradurrà in un viaggio dei vertici a Roma. Per Bpi la prima scelta rimane proseguire con l’Opa e l’Ops, qualora fossero riavviate dalle Authority. In secondo battuta, Bpi valuterà le proposte raccolte dagli advisor Lazard e Dresdner. I difficili rapporti tra Bpi e Abn renderebbero tuttavia in salita un compromesso sugli sportelli con gli olandesi, gli scenari alternativi ipotizzati sono un intervento di Banca Intesa (che appare fredda) o di Deutsche Bank. Intanto è emerso che Generation Fund, il fondo off shore finito nel mirino della Consob per il legami con Bpi, ha investito 100 milioni in azioni Antonveneta tra il 14 e il 22 aprile 2005, utilizzando interamente l’identica somma ricevuta da Lodi.