Bpm «blocca» l’olandese Bewaarbedrijf

È la fondazione olandese Bewaarbedrijf Guestos l’investitore cui il cda di Bpm ha negato l’ingresso nel libro soci come era già accaduto al fondo Amber. A ricostruire la vicenda è stata l’agenzia Radiocor mentre Bpm cedeva il 2,9% in Piazza Affari. La ragione del diniego è la stessa che aveva penalizzato Amber (azionista di Milano con il 2,16% tramite un fondo basato nelle isole Cayman): il contrasto tra le caratteristiche della fondazione e il regolamento Bpm che impone a chi vuole entrare nel libro soci il rispetto di alcune clausole di trasparenza (tra cui non avere sede in paradisi fiscali) e più in generale dello spirito di un istituto cooperativo. Nata a dicembre 2000, Bewaarbedrijf Guestos si occupa di gestione dei fondi di investimento. L’iscrizione a libro soci consente di votare in assemblea dove peraltro vige il voto capitario. Per Bpm l’appuntamento cruciale non sarà tanto l’assemblea di bilancio di metà aprile ma quella che nel 2009 dovrà rinnovare gli organi sociali.