Bpm chiude la porta ad Amber

da Milano

La decisione sarà presa il 18 dicembre dal cda, ma la richiesta di ingresso del fondo Amber nel libro soci non verrà accolta. Secondo fonti finanziarie interpellate da Radiocor, ieri la commissione consiliare soci ha spiegato al board di avere acquisito il parere dello studio legale Biscozzi Nobili, che ha confermato la validità della delibera consiliare del 2003, che vieta l’ingresso a libro soci a chi non rispetta alcuni requisiti di trasparenza. L’istituto ha nel frattempo varato il nuovo assetto organizzativo, anche se il consiglio non ha votato in modo compatto. A favore si sono espressi 13 consiglieri, mentre 7 si sono astenuti. La Bpm ha comunque deciso di adottare il modello divisionale e di accorciare la catena di controllo. La struttura centrale verrà suddivisa in quattro macro aree (rete commerciale, risorse umane, funzioni di governo e macchina operativa) che faranno capo direttamente al direttore generale. Intanto proseguono i colloqui con il Credit Mutuel sugli aspetti industriali del progetto di alleanza, rimandando ad una eventuale fase successiva la delicata questione della governance.