Bpm recupera con Prysmian

Piazza Affari tenta il rimbalzo: dopo giorni di caduta libera, l’indice Ftse Mib ha segnato un rialzo del 4,1%, riportandosi sopra la quota psicologica dei 15mila punti e l’Ftse All Share del 3,93%. Ancora molto elevati gli scambi: 3,6 miliardi di euro, eccezionali per una seduta di pieno agosto. Tra i titoli principali - molti entrati e usciti dall’asta di volatilità per la violenza degli scambi - gli strappi più evidenti sono stati per Stmicroelectronics e dalla Banca popolare di Milano, cresciute rispettivamente del 10,22% e del 10,08%.
Molto bene anche Prysmian (+8,9%) e Pirelli, in aumento del 6,97%. Seguono i bancari: Intesa Sanpaolo ha recuperato il 6,7%, Banco popolare il 4,4%, Unicredit il 3,4% a un prezzo di un euro esatto. Forti Exor (+4,57%) e Fiat (+3,8%), ma ancor meglio ha fatto Telecom Italia, cresciuta del 4,8%. Un po’ meno marcato l’aumento di titoli che meglio avevano resistito nelle ultime sedute di generale passione (Tod’s +2,3%, Parmalat +1,5%) . Positivi anche tutti gli altro listini europei: Londra +3,1%, Parigi +2,9% e Francofote +3,3%, Zurigo +5%.