Bpm rimanda la «rosa» dei partner

da Milano

Lunga riunione del comitato strategico in casa Bipiemme chiamato ieri a valutare i profili dei possibili alleati industriali mentre il titolo cedeva terreno in Piazza Affari (meno 1,28% a 10,71 euro). L’attesa era per la formalizzazione di una rosa ristretta di tre candidati ma la richiesta di alcuni partecipanti di soffermarsi su tutte le opzioni sul tavolo avrebbe impedito un reale passo avanti nel processo di selezione intrapreso insieme ai consulenti di Lehman Brothers. In testa appaiono in ogni caso Unipol e Credit Mutuel (già grande socia di Bipiemme) a meno che Bipiemme non riesca a riproporre il fallito matrimonio con Bper. Unipol rimane la candidata preferita dei sindacati interni che tramite l’Associazione Amici della Bipiemme esprime la larga maggioranza dei consiglieri del gruppo. Contrari però i fondi esteri azionisti del gruppo che hanno scritto una lettera al presidente Roberto Mazzotta contribuendo a complicare la discussione di ieri. Con i francesi del Credit Mutuel l’ipotesi di lavoro consisterebbe invece in un’alleanza sul fronte dei prodotti e dei servizi. Il comitato strategico dovrebbe comunque riunirsi nei prossimi giorni in vista del cda della banca fissato per il 23 ottobre.