Le «Br» lo condannano a morte La sua colpa? È pro-Berlusconi

Le donne belle, se hanno qualche incarico, lo devono solo alla loro avvenenza. Un eterno pregiudizio condiviso da maschi ottusi, camionisti e corsiviste dell’Unità. Per chi non la conoscesse Maria Novella Oppo è la giornalista del quotidiano rosso preferita da Sabrina Ferilli, altra paladina delle donne in politica nonché testimonial del Pd. Ebbene, la Oppo ieri nella sua rubrica in prima pagina ha versato ettolitri di veleno contro il neoministro Mara Carfagna, citando un blob con immagini del ministro quando lavorava in tv. Il motivo di tanto disprezzo? È bella ed è ministro solo per quello, grazie all’uomo della Provvidenza (Berlusconi) «per tante ragazze senza arte né parte». La Carfagna, per l’Unità, è solo una «aspirante miss, aspirante conduttrice, aspirante velina». Le quote rose, insomma, vadano a pure a farsi benedire. Le uniche quote che piacciono all’Unità sono quelle rosse.