Br, proiettili inviati al vice capo del Dap: "Per Lioce e Galesi"

Una busta con due bossoli, un volantino con la stella a cinque punte, firmato Partito comunista combattente. Intimidazione al dipartimento per l'amministrazione penitenziaria: "Contro il carcere e la repressione"

Roma - Una busta contenente due proiettili e un volantino con una stella a cinque punte, firmato dal Partito comunista combattente, è stata recapitata stamani al ministero della Giustizia. La busta era indirizzata al vice capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap), Emilio Di Somma. Il volantino - secondo quanto si è appreso - inneggiava ai terroristi Nadia Desdemona Lioce e Mario Galesi, "contro il carcere e la repressione". E si concludeva con la minaccia che i prossimi proiettili "non arriveranno così".