«Brambilla donna di carattere, in Forza Italia ce ne sono altre»

Intervistato da «Tempi» Berlusconi frena sulla leader dei Circoli della libertà ma apre ad una premier

nostro inviato

a Porto Rotondo (Olbia)
Un po’ di preoccupazione resta, nonostante le condizioni di mamma Rosa vadano lentamente migliorando. Così, di prima mattina l’aereo di Silvio Berlusconi si alza dalla pista di Olbia con destinazione Milano. Il Cavaliere, infatti, pur avendola affidata alle cure di Alberto Zangrillo (il cardiologo che lo segue come un’ombra da qualche anno), vuole trascorrere ancora una volta la giornata insieme alla madre, che a quasi 98 anni si sta pian piano riprendendo da una brutta broncopolmonite. Per la prima volta da tempo, la signora Rosa Bossi è stata costretta a restare a Milano, lontana dalle sue consuete vacanze estive a villa Primavera, pochi passi dalla Certosa - dove in questi giorni sono stati avvistati i tre figli, Barbara (che aspetta un bimbo), Eleonora e Luigi - e da Dolce Drago, residenza del fratello Paolo. Così, nelle ultime due settimane è stato l’ex premier a presentarsi spessissimo da lei, prima partendo da Roma e ora da Porto Rotondo. Con rientro, come accadrà anche oggi, l’indomani mattina.
Insomma, per il Cavaliere un’estate tra la Sardegna e Milano, ma comunque dedicata alla famiglia. Con un occhio alla politica, certo, ma almeno fino a oggi senza gli svaghi degli ultimi anni (dall’estate della bandana a quella del finto vulcano con tanto di colata di lava). E di politica ha parlato a lungo qualche giorno fa con Michelle Nouri, una giornalista irachena con cui è stato immortalato dal settimanale Oggi mentre scendevano dall’elicottero. Titolo del servizio: «Una mora dieci e lode spicca il volo con il Cavaliere». Una mora, spiega Paolo Bonaiuti, che «collabora con il settimanale Tempi e che era lì per intervistarlo». Una «lunga conversazione» che, dice il direttore Luigi Amicone, «sarà pubblicata su un numero speciale di Tempi preparato in occasione del Meeting di Rimini». E nella quale Berlusconi parla di cose personali ma anche dei prossimi appuntamenti politici. E si dice «pronto a tornare in pista a settembre», più convinto che mai che il governo non ce la farà a reggere. Un’intervista in cui per la prima volta il Cavaliere esprime qualche pubblica perplessità su Michela Brambilla, la rossa e attivissima presidentessa dei Circoli delle libertà. Che, dice, «ha carattere, volontà e capacità», è «un vulcano di iniziative» e sta ampliando «la rete dei Circoli che si riveleranno preziosi per far arrivare le nostre idee ai cittadini che non amano i partiti». Detto questo, alla domanda se la Brambilla può essere un buon candidato premier la risposta è eloquente: «Non vedrei male una donna premier anche in Italia, sarebbe un valore aggiunto per il Paese e per la politica. Ma in Forza Italia di donne in gamba ce ne sono già tante». Insomma, come a dire che alla Brambilla potrebbe anche preferire una Letizia Moratti.
Per nulla, invece, lo preoccupano le primarie del Partito democratico che a metà ottobre rischiano di catturare l'attenzione dei media. «Oggi - dice Bonaiuti - i giornali gli dedicano due pagine al giorno, a settembre saranno quattro e poi chissà. Ma la cosa non ci preoccupa perché gli italiani sono saggi». Anche se nell’entourage del Cavaliere c’è chi è pronto a scommettere che il leader di Forza Italia stia ragionando su qualche iniziativa da mettere in concorrenza con le primarie del Pd. Magari legata alla Finanziaria che a fine settembre arriverà in parlamento.