«Brando incapace di amarne una sola»

Incapace di amare una donna sola, con qualche pensiero, negli ultimi giorni di vita, rivolto a Dio. A parlare, a un anno dalla morte di Marlon Brando, è Tarita Teriipaia, compagna dell’attore: Tarita ha pubblicato recentemente un libro di memorie, Marlon, mon amour ma déchirure. In un’intervista a Vanity Fair, in edicola oggi, Tarita parla degli ultimi anni di Brando quando, dice, era cambiato «pochissimo. Era sempre lo stesso, un po’ angelo, un po’ demonio. Un giorno ti trattava con dolcezza, quello dopo ti faceva impazzire».