Branson sfida Murdoch con la fusione Virgin-Ntl

Dopo Rupert Murdoch, anche Richard Branson creerà un’azienda che raggruppi televisione, internet e telefonia: il nuovo media group della Virgin, riporta il quotidiano britannico Daily Telegraph, dovrebbe nascere dalla fusione di Virgin Mobile con la rete via cavo Ntl, un affare da 4,5 miliardi di sterline (quasi sette miliardi di euro). Virgin contro Sky, dunque: e la prima sfida potrebbe essere quella per i diritti calcistici della Premier League del 2006. In particolare, Virgin Media potrà contare su due milioni e mezzo di utenti internet adsl, 4,3 milioni di abbonamenti telefonici e oltre cinque milioni di clienti di telefonia mobile. Sky aveva pagato l’anno scorso 211 milioni di sterline (circa 300 milioni di euro) per acquistare la compagnia internet Easynet, ma non possiede una compagnia di telefonia mobile.