Brasile: arrestato argentino torturatore degli italiani

Cesar Alejandro Enciso avrebbe sequestrato e ucciso alcuni italiani negli anni del regime militare degli anni Settanta

Era uno dei torturatori della dittatura argentina. E avrebbe sequestrato e ucciso alcuni cittadini italiani nel corso degli anni Settanta. Ora Cesar Alejandro Enciso, argentino di 67 anni, è stato arrestato in Brasile, per la precisione il 30 novembre scorso. La notizia è stata diffusa dal giornale brasiliano Estado de S. Paulo. L'uomo è stato bloccato nel quartiere di Santa Teresa a Rio de Janeiro su ordine della magistratura italiana. Il governo italiano ha adesso quaranta giorni di tempo per sollecitare l'estradizione dell'uomo, inseguito dal 1997 da un ordine di cattura internazionale. Enciso era il genero del generale Otto Paladino che dirigeva e amministrava negli anni della dittatura il centro di tortura Automotores Orletti. Enciso aveva più di un'identità, dopo il crollo della dittatura era fuggito in Brasile dove esercitava la professione di fotografo.