Brasile: nove i morti nel crollo del tetto di una chiesa a San Paolo

La tragedia nel centro evangelico di San Paolo dove nel 2005 sono state celebrate le nozze di Kakà. Il crollo è avvenuto ieri pomeriggio mentre si celebrava un funzione religiosa: almeno 96 i feriti

San Paolo - È salito a nove il bilancio delle vittime e sarebbero 120 i feriti nel crollo del soffitto della chiesa evangelica "Rinascere in Cristo" di San Paolo, in Brasile. Lo hanno riferito i responsabili della chiesa dove nel dicembre 2005 sono state celebrate le nozze del calciatore brasiliano Ricardo Kakà con Carolina, mentre secondo i vigili del fuoco i feriti sono 96. Il tetto della chiesa in via Lins de Vasconcellos, al Cambuci, zona meridionale della metropoli brasiliana, è caduto alle ore 18.50 della domenica, mentre i fedeli erano riuniti in preghiera. Circa 400 persone erano presenti nella struttura che può ospitarne fino a 1.800. Quaranta tra autoambulanze e mezzi dei vigili del fuoco sono subito arrivati a soccorrere i feriti che sono stati trasportati in diversi ospedali. Il presidente della comunità, vescovo Geraldo Tenuta, ha spiegato che gli ultimi lavori di adeguamento della struttura sono stati eseguiti tre anni fa in osservanza alle norme edilizie. Per il sindaco di San Paolo, Gilberto Kassab, fino alla chiusura dell’inchiesta non sarà possibile definire se l’edificio presentava dei problemi strutturali. ’Rinascere in Cristò è stata fondata nel 1986 da Estevam Hernandes, autoproclamatosi ’apostolò e da sua moglie, la ’vescovà Sonia che sono sospettati di appropriazione indebita dei contributi dei fedeli. La coppia è in carcere in Florida, dopo l’arresto a Miami nel gennaio 2007 per essere entrati negli Usa con circa 56 mila dollari nascosti nella copertina di una Bibbia. In un messaggio di cordoglio, inviato dal carcere di Miami, gli Hernandes si sono detti «costernati e tristi» per la tragedia.