Brasile, orrore nel mondo del calcio

Un tifoso del Santos è stato preso a bastonate ed è morto in ospedale. La polizia sospetta due ultras del Palmeiras

Ancora violenza selvaggia nel mondo del calcio brasiliano. Un tifoso del Santos è stato preso a bastonate domenica ed è morto in ospedale in seguito alle ferite riportate. Un episodio agghiacciante che conferma la pericolosità del football brasiliano. Gerson Ferreira de Lima aveva 34 anni e si trovava con un amico in una stazione di servizio della città di San Paolo. All'improvviso due uomini si sono avvicinati e hanno colpito alla testa lo sfortunato tifoso, centrandolo con una mazza di legno. Gerson è arrivato in condizioni critiche in ospedale e dopo una breve agonia è morto. La polizia sospetta che l'aggressione sia stata opera di due ultras del Palmeiras. Purtroppo la violenza è una costante del calcio brasiliano e, più in generale, dell'America Latina. Nemmeno i mondiali dell'anno scorso hanno modificato la situazione che rimane, per molti aspetti, fuori controllo.