«Il Brasile? Sarà in finale»

Tre vittorie su tre. Il primato del Brasile, anche nel mundialito degli stranieri, non si discute. Clayton Chaves Machado, brasiliano in Italia da 13 anni, è orgoglioso e poco scaramantico: «Saremo in finale (il 2 luglio all’Arena Civica, ndr)», dice. La scorsa domenica la squadra si è riposata e Clayton ne ha approfittato per raccontarci che l’idea di partecipare alla coppa è stata sua e dei suoi due fratelli. «All’inizio eravamo in pochi e riuscivamo a fare calcetto a cinque: oggi le persone non mancano, anche se non siamo organizzati bene con gli allenamenti». L’agonismo non manca. «Quando ci siamo iscritti alla prima edizione pensavamo che sarebbe finita in rissa. Invece è stato un bel modo per conoscere persone di comunità diverse». Amici sì, ma niente sconti sul campo.