Bravo Garrone, avanti così

Caro Massimiliano, perdona il tono confidenziale, lo stesso che userei con mio figlio (ne ho uno di 38 ed uno di 33 e, detto per inciso, entrambi sampdoriani), ma in questo modo ho l'impressione che la penna scorra meglio!
Propongo ancora qualche riflessione sull'attualità della Samp e prima della partita con il Lecce, che potrebbe cambiare il mio umore: questa partita mi preoccupa molto ma mi dà anche la speranza di riuscire a portare a casa qualcosa. Torno alla riflessione di oggi. «Tutto fa» diceva un signore mentre stava facendo pipì in mare... e credo che tuoi articoli e, perchè nò, anche le mie lettere, nonchè tutti i discorsi indotti nelle trasmissioni sportive, abbiano contribuito a smuovere, positivamente, l'ambiente in casa Samp. La sfuriata di Novellino, ad esempio, la vittoria sul Cagliari (peraltro un primo tempo inguardabile ed un secondo tempo quasi ...almeno fino al gol di Flachi), ma sicuramente la presa di posizione ferma e durissima contro il sistema del Presidente Garrone: era ora che qualcuno lo facesse, bravo Presidente, io sono d'accordo e solidale con Lei fino in fondo, anche rinunciando a qualcosa di tasca mia!
Spero che la Sua fermezza sia utile per cambiare le attuali regole di ripartizione dei proventi, per costringere «il palazzo» a disegnare leggi più giuste, in modo da garantire una maggiore competitività alle società minori, per migliorare complessivamente lo spettacolo calcio. Per oggi basta così, alla prossima e... cordiali saluti. In bocca al lupo Samp!