«Bravo sopra la media Ue per qualità»

da Roma

Parte subito all’attacco dei giapponesi Sergio Marchionne: «Con la Bravo abbiamo raggiunto livelli qualitativi sopra la media europea e già quest’anno, con la 500, mostreremo una vettura superiore per qualità alla Toyota».
È un’affermazione pesante, quella rilasciata ieri sera a Roma dall’amministratore delegato della Fiat. Una frase che solo fino a poco tempo fa poteva suscitare, tra gli addetti ai lavori, non poche perplessità. Gli standard di Toyota, infatti, vengono presi come punto di riferimento non solo dai colossi dell’auto, ma in generale dalle più importanti multinazionali.
Marchionne (unico tra i presenti in pullover), accompagnato dal presidente del Lingotto, Luca Cordero di Montezemolo e dall’amministratore delegato di Fiat Automobiles, Luca De Meo, ha fatto gli onori di casa al gran gala organizzato allo Stadio dei marmi per il lancio della nuova Bravo. «Con questo modello - ha proseguito l’ad - la Fiat si riposizionerà in Europa nel segmento C, il più importante, grazie anche ai prossimi arrivi, quelli della Lancia Delta Hpe, nel 2008, e a seguire dell’Alfa Romeo 149».
Questa mattina, nella conferenza stampa in programma nella sede di Confindustria, saranno illustrati gli obiettivi e le caratteristiche tecniche della berlina per il cui sviluppo il Lingotto ha investito circa 350 milioni. La scelta di viale dell’Astronomia non è casuale. Si tratta, in pratica, del riconoscimento ufficiale da parte del massimo organo di rappresentanza del mondo industriale del Paese, dell’uscita della Fiat dal tunnel. «Dalla crisi alla crescita» è infatti il titolo della presentazione dei dati 2006 che Marchionne ha fatto nei giorni scorsi agli analisti. Domani, intanto, la Motorizzazione civile comunicherà i risultati delle immatricolazioni di vetture a gennaio. Il gruppo Fiat si attende una quota mercato fra il 30 e il 31%, mentre per febbraio Marchionne confida di raggiungere il 31%. «Quindi - ha aggiunto - andremo avanti, fino a toccare il 35%, previsto nel 2010». «La Bravo - ha commentato il presidente Montezemolo - ha la tecnologia, la qualità e gli spazi per diventare la vettura migliore del segmento C: è una grande macchina, speriamo in grandi risultati». A Piazza Affari, infine, giornata più tranquilla per Fiat (più +0,24% a 16,72 euro), nonostante i volumi decisamente sopra la media.