Da Brera al Museo del fumetto, l’arte fa le ore piccole

Oggi l’arte fa le ore piccole. Quasi. Milano risponde alla notte europea dei musei che terranno aperte collezioni e mostre fino alla una di notte, anche se non tutti aderiscono. L’apertura straordinaria riguarderà la Pinacoteca di Brera dove alle 21 si terrà anche un concerto dell’Orchestra Verdi nella sala che ospita la mostra dedicata ad Hayez.
Tra i musei civici resteranno invece aperti fino a tardi Palazzo Morando (museo della Moda), Palazzo Moriggia, con la collezione permanente esposta nelle sale del Museo del Risorgimento e il Museo del Fumetto che metterà a disposizione visite guidate e una serie di iniziative gratuite dedicate a chi ama i comics, il gioco a tema e i cartoni animati.
Anche l'Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano partecipa alla nottata con l'apertura serale e gratuita fino alle 24 delle mostre in corso a Palazzo Isimbardi, allo Spazio Oberdan e al Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo.
A Palazzo Isimbardi sarà visitabile la mostra dedicata a «Giovanni Paolo II, il papa dei giovani e dei popoli», esposizione che ricorda la vita e la storia del Pontefice. Alla Biblioteca Isimbardi, invece, apertura straordinaria fino alle 24 con l’esposizione dei volumi d'arte della collezione Franco Maria Ricci e documenti provenienti dall'archivio storico della Provincia di Milano. Allo Spazio Oberdan (Viale Vittorio Veneto 2), sarà visitabile fino alle 23 la mostra sul regista russo Andrej Tarkovskij «L'immagine dell'assoluto», la più completa mostra delle polaroid scattate da Andrej Tarkovskij, assieme alle immagini di Lev Gornung e alle fotografie scattate sul set dei film.
Al Museo di Fotografia Contemporanea aperta fino alle 23 la mostra «Il corpo come linguaggio, anni ’60 e ’70», una riflessione sul tema del corpo nelle foto d'autore conservate negli archivi del Museo. Orari normali, invece, per il Museo del ’900, i Musei del Castello, l’Archeologico e il Triennale Design museum.