A Brescia arriva internet senza filo

Internet corre alla velocità della luce e non solo in senso metaforico. Selene, società di informatica e telecomunicazioni del Gruppo Asm - la ex municipalizzata di Brescia - sta infatti lanciando sul mercato bresciano il collegamento internet a banda larga tramite la rete elettrica. La commercializzazione del servizio, non a caso battezzato «Una scossa alla rete», è un'anteprima sull'intero territorio nazionale. Partito finora solo in via sperimentale in alcune città - a Brescia 250 utenti hanno fatto da «cavia» - il progetto è ai blocchi di partenza nel quartiere del Villaggio Sereno. Entro il 2009 conta di raggiungere le altre zone urbane, per poi coprire i 46 Comuni dell'hinterland, tra il Garda e la Valsabbia, in cui la rete elettrica è di competenza di Asm. Utilizzando un apparecchio simile a un modem con un filo che da un lato è da collegare al computer e dall'altro a una qualsiasi presa, si potrà navigare sul web dappertutto, senza necessità di interventi strutturali né di cablaggi. «Chiunque, anche chi abita in zone sperdute magari non coperte dalla Telecom, avrà modo di collegarsi. E più velocemente che con un'Adsl.