Brescia, scontri alla gru tra agenti e centri sociali Bombe carta e cariche

Un corteo di manifestanti, con giovani dei centri sociali e no global, ha cercato di arrivare sotto la gru dove sono gli immigrati che protestano per ottenere la sanatoria. Respinti dalla polizia: lancio di bombe carta, bottiglie e sassi

Brescia - Scontri tra un gruppo di manifestanti e le forze dell’ordine. Un corteo, al quale si sono aggregati centri sociali e no global, ha cercato di arrivare sotto la gru sulla quale sono asserragliati da giorni alcuni immigrati per protestare contro il mancato rinnovo del permesso di soggiorno ma sono stati bloccati dalla polizia. Immediato il lancio di bombe carta, bottiglie e sassi verso i cordoni degli agenti che stanno cercando di respingere i manifestanti anche con l’ausilio delle autoblindo. Al corteo, composto da un migliaio di persone, insieme ai manifestanti bresciani, si sono uniti gruppi dei centri sociali arrivati da diverse parti della Lombardia compreso il Leoncavallo di Milano. Era stato previsto che fosse solo una piccola delegazione ad avvicinarsi alla gru per prendere contatto con gli immigrati. Quando la delegazione però è tornata nel corteo sono scoppiati i disordini con il tentativo di "sfondare" le fila della polizia e la risposta degli agenti.