Briatore: «Chiamiamola giustizia divina»

Lauda: «Più stupido Schumacher. Oggi avrebbe potuto vincere facile»

nostro inviato a Budapest

E gli altri che cosa dicono della premiata ditta Schumi-Alonso, delle loro intemperanze, dei loro svarioni? «Se un pilota fa una sciocchezza è giusto che paghi. E Michael e Fernando di sciocchezze ne hanno fatte due». Firmato, Bernie Ecclestone, padre padrone del mondo che corre. «È stato molto più stupido Michael», non usa invece mezzi termini l’ex ferrarista ed ex campione del mondo Niki Lauda che aggiunge: «Schumacher sapeva che avrebbe potuto vincere facilmente e sapeva che l’avrebbero squalificato se avesse fatto quel sorpasso». No comment di monsieur Jean Todt, parla invece il dt Ferrari Ross Brawn: «Michael ha commesso un errore, lascio a voi giudicare se la pena è adeguata».
Kimi Raikkonen in pole sorride e non ringrazia nessuno: «Davanti a tutti grazie ai giudici? Macché, me la sono meritata questa pole. Esiste un regolamento e se non lo rispetti è giusto che tu venga sanzionato». Fisichella: «Chi sbaglia deve pagare. Io in passato ho commesso degli errori e sono stato punito. È solo stato applicato il regolamento. Tutti devono pagare». Patron Briatore, dopo l’attacco alla Fia di venerdì mattina, dopo le allusioni alla Ferrari e dopo la punizione subita prima dal suo pilota e ieri da Schumi, forse perché rasserenato da questa par condicio dei pasticci e delle sentenze, dirà: «Difficile comprendere che cosa sia passato per la testa a quei due. Fernando ha fatto una stupidata. Schumi? Basta guardare le telecamere, Alonso non lo ha proprio rallentato. Giusto punire il nostro pilota l’altro giorno, ma l’infrazione di Michael è più grave... Entrambi con la stessa penalità? Chiamiamola giustizia divina... Diciamo che grazie a Michael abbiamo preso un piccione con due fave». Due? Da consegnare ai posteri.