Briatore non sbanda neppure sui tartufi Gli amici ringraziano

Affrontando i trigliceridi come una curva di Singapore, Flavio Briatore ha imbandito una cena luculliana per un gruppo di amici e di giornalisti: tra i primi, Adriano Galliani, l’allenatore del Milan Massimiliano Allegri, Emilio Fede & Raffaella Zardo, tutti attovagliati - insieme a un gruppo di cronisti della Formula Uno - al ristorante milanese «Giannino». Il rigido embargo mediatico sulla serata è stato violato dal blog «puntarellarossa», specializzato in critiche culinarie spesso irriverenti. Sei colossali tartufi sono stati sparsi nell’ordine su: battuto di carne con ovetto di quaglia e carpaccio con foglia di valeriana, «uovo in galera» con crema al parmigiano, tagliolini piemontesi (“I tajarin, 40 rossi di uovo a chilo di pasta , li tagliano a mano e rimangono sempre al dente», parola di Briatore), fonduta al tartufo e un gelato di zabaglione. Alla fine, incredibilmente, i commensali erano ancora tutti vivi.