Brigliadori, Cupo e Bagatta con i pattini ai piedi

Quasi completo il cast dello show di Raiuno. In lizza Dennis Fantina, Nina Soldano e Manuela Moreno

Laura Rio

Guido Bagatta ha la grazia di un orso che danza: lui i pattini li ha messi, ma quando giocava a hockey. Antonio Cupo, il bel capitano Grey che ha conquistato il cuore di Elisa di Rivombrosa, invece sa bene cosa significhi scivolare sul ghiaccio essendo un siculo ma soprattutto un canadese. Eleonora Brigliadori, recentemente vista in Notte prima degli esami, se la cavicchia: ha un passato da rotellista, così come la giornalista del Tg2 Manuela Moreno. Dennys Fantina è un cantante ma ha imparato a ballare nella scuola di Amici di Maria De Filippi. Bravini si mostrano pure Nina Soldano, la seducente Marina di Un posto al sole e il suo compagno di fiction Alberto Rossi, l’ex Miss Italia Edelfa Chiara Masciotta, l’amico di bambini Massimiliano Ossini (Disney Club di Raidue). E Giorgia Surina, la dj di Mtv con tanta voglia di fare altre esperienze. Tra tutti, l’unico che da ragazzo ha gareggiato sul ghiaccio è Milo Infante, conduttore de L’Italia sul 2.
La firma sul contratto ancora non c’è, ma quasi tutti questi volti (più o meno) noti si stanno già allenando (di nascosto) in vari palazzetti sportivi: faranno parte del cast di Notti sul ghiaccio, il nuovo show prodotto dalla Endemol, che andrà in onda dal 21 aprile su Raiuno. Con il rischio di prendersi forti raffreddori visto che dovranno passare dalle temperature polari delle piste di ghiaccio realizzate appositamente negli studi televisivi Voxson all’esterna calura romana. Tra anticipazioni di date di messa in onda (per via della guerra mai partita con il programma concorrente Mediaset) e slittamenti (per mettere a punto cast e palazzetto) si vedrà, infatti, in pieno maggio uno show sul ghiaccio!
Comunque i preparativi fervono: la conduttrice Milly Carlucci, pure lei un passato da rotellista, ha assistito a tutti i provini e il suo parere sarà decisivo nella scelta definitiva del cast: i nomi rimasti in lizza sono 15, tra cui se ne sceglieranno 10 o 12 (ancora da decidere il numero delle coppie). E non è stato un lavoro semplice. I produttori si sono trovati davanti di tutto: chi, come Massimo Ceccherini, è arrivato scherzosamente dicendo «è la prima volta in vita mia che metto i pattini», chi come Gegia si è fatta tenere in piedi da un’istruttrice pur di farsi scattare due foto. Al casting si sono presentate decine di semi-vip in cerca di un posto al sole. Con un risvolto divertente: quando Mediaset ha annunciato di avere in programma un medesimo show nello steso periodo, c’è stata da parte dei produttori una corsa all’accaparramento (oltre che di pattinatori professionisti) di facce note in grado di reggersi sui pattini e, dall’altra parte, una corsa di vippetti a giocare al rialzo. Poi, quando Canale 5 ha mollato il colpo (ci si ripensa a settembre), alcuni sono tornati inutilmente alla Endemol. Alla fine, comunque, si è puntato su persone già capaci di andare sui pattini e con un minimo di preparazione fisica. «Non vogliamo fare una Corrida sui pattini - spiega un autore dello show - come ha ben detto Maria De Filippi, riferendosi all’ipotesi di Mediaset. Non buttiamo cioè in pista delle macchiette disposte a tutto. Anche perché sul ghiaccio ci si può far male. L’obiettivo, come in Ballando con le stelle, è mostrare i progressi che possono fare i concorrenti grazie agli allenamenti. E non è un reality: non spieremo i partecipanti».
In settimana si deciderà se le coppie saranno dieci o dodici (in base al numero delle puntate: 5 o 6), ognuna delle quali sarà formata da un vip e da un pattinatore professionista. Carolina Kostner, la campionessa di pattinaggio artistico, non farà parte del cast dei maestri, ma sarà una sorta di testimonial del programma. Tra i professionisti danzatori ci sarà invece Silvia Fontana. Ogni venerdì i concorrenti dovranno eseguire in diretta su Raiuno le coreografie studiate dagli autori: il meccanismo delle eliminazioni sarà dato dalle decisioni della giuria e del televoto da casa. «Mettere insieme uno show in un mese e mezzo è un’impresa titanica - racconta la Carlucci -. E dobbiamo ancora scoprire se avrà il fascino di Ballando con le stelle. Il ballo è un fatto universale, il ghiaccio non lo so»... soprattutto quando la gente suda per il caldo!