Brilla Mediolanum

Piazza Affari risente sempre meno dell’andamento oscillante delle Borse mondiali, grazie all’interesse per il comparto bancario. Gli indici principali migliorano dello 0,15%, mentre il Comit e Mediobanca registrano apprezzamenti tra lo 0,25 e lo 0,32%. La nota dominante della giornata di ieri è il nuovo record degli scambi, che ha raggiunto 5,7 miliardi, rispetto ai 5,3 miliardi registrati in aprile. L’interesse del mercato resta ancora rivolto al comparto bancario, dove si è impennata Mediobanca, con un rialzo fino al 7%, poi ridimensionato al 5,3%. L’obiettivo sarebbe però il Leone di Trieste (le Generali), che a loro volta crescono del 2,7%, sfiorando quota 26 euro, a loro volta trascinando Alleanza (più 4,5%). Dai bancari agli assicurativi, dove si sono messi in mostra anche Fonsai (più 3,7%), Milano assicurazioni (più 2%), e anche Mediolanum (più 2,1%). Fonsai ha trascinato al rialzo Immobiliare Lombarda (più 3,8%), dopo l’annuncio di un progetto di integrazione con Progestim, controllata da Fonsai. Il peggior titolo del listino è Impregilo, che arretra del 6,3%. Si è concluso positivamente l’Ipo di Italease: i rumors prevedono un prezzo di collocamento nella parte alta della forchetta di 9,6 euro. Quotazione il 14 giugno.