Brillano i ricavi ma le svalutazioni congelano i conti

Mediobanca ha chiuso i primi nove mesi dell’esercizio 2008/2009 con un utile netto di 39 milioni contro i 783 milioni di un anno prima. Nel solo terzo trimestre c’è stata una perdita di 61 milioni (-210 milioni nel trimestre precedente) ma Piazzetta Cuccia ha messo a segno la migliore performance in termini di ricavi per le attività bancarie degli ultimi diciotto mesi, tornando di fatto ai livelli pre-crisi. A frenare i conti sono state sia le maggiori svalutazioni su titoli per 355 milioni sia i minori utili dalle partecipate per 367 milioni (330 milioni solo da Generali, il cui andamento viene però recepito da Mediobanca con tre mesi di ritardo). L’ad Alberto Nagel ha comunque confermato la politica dei dividendi.