Brillo al volante tampona auto dei poliziotti

Il massimo della jella. Ubriaco va a scontrarsi proprio contro un’auto della polizia. È successo a un operaio immigrato di 29 anni, che ieri a Messina, ha tamponato con una vecchia Alfa 164, risultata sotto fermo amministrativo, un’auto civetta della polizia. Un agente è finito al pronto soccorso per il colpo di frusta e ne avrà per sette giorni. Quando l’immigrato è sceso dall’auto, barcollava. Sottoposto al controllo del tasso alcolico, è risultato 2,5 contro il massimo consentito di 0,5.
Un altro giovane di 29 anni, brillo e senza patente, è stato invece bloccato al volante di una Renault Clio da una pattuglia della Guardia di finanza poco dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale. È accaduto nell’ex frazione barese di Torre a Mare. Il ragazzo, del vicino comune di Noicattaro, al sopraggiungere dei finanzieri ha cercato di fuggire ma è stato fermato dopo un inseguimento. Il giovane è stato denunciato a piede libero con l’accusa di minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. Tragedia sfiorata invece vicino Lucca: sbronzo e alla guida di una Bmw ha percorso contromano un tratto di strada ed è poi finito contro una macchina parcheggiata. Protagonista un uomo di 42 anni che nell’incidente è rimasto ferito. Infine tra Bologna e Modena Sud in direzione di Milano, una vettura che percorreva una strada esterna, in corrispondenza di un cavalcavia di attraversamento, ha perso il controllo e ha sfondato le protezioni laterali precipitando sulla corsia di emergenza dell’autostrada. I due occupanti hanno perso la vita.