Alla britannica Yell le pagine gialle spagnole

Il gruppo britannico Yell acquista le Pagine Gialle della Spagna e aggiunge una «terza gamba» alle attività sul settore che già conta negli Usa e in Gran Bretagna. Yell ha annunciato ieri di aver raggiunto un accordo per rilevare dall’operatore spagnolo Telefonica il pacchetto di maggioranza sulla Telefonica Publicidad e Informacion (Tpi), la società che controlla le Pagine Gialle spagnole, aggiungendo che sul resto del capitale lancerà un'Opa da 3,07 miliardi di euro. Da Telefonica Yell rileverà il 59,9% di Tpi per un ammontare di 1,84 miliardi di euro, mentre per il resto del capitale propone 8,50 euro per azione, il 4,9% in meno rispetto alla chiusura dell’altro ieri di Tpi sulla pizza di Madrid. Yell controlla le pagine gialle della Gran Bretagna ed è il maggiore editore di elenchi telefonici negli Usa, dove lo scorso anno ha acquistato la californiana TransWestern Holdings. «Il prezzo offerto è adeguato» - ha detto John Condron amministratore delegato di Yell durante una conference call con gli analisti, rispondendo così a chi ipotizzava un prezzo un po’ eccessivo per la compagnia spagnola. La cifra concordata, includendo anche il dividendo che andrà in pagamento a inizio maggio, è pari a 23 volte l’utile atteso per il 2006. Più cioè di altre società del settore, come la francese PagesJaunes (21 volte).