British Airways Allo studio una fusione con Qantas

British Airways punta all’australiana Qantas. Mentre il vettore britannico da un lato ha ancora in corso i negoziati per una fusione con la spagnola Iberia, dall’altro sta esplorando la possibilità di una aggregazione societaria con la compagnia aerea basata a Sydney. British Airways, partner di Iberia e Qantas nell’alleanza commerciale OneWorld, con le due fusioni si rafforzerebbe da un lato sul mercato sud americano e dall’altro su quello dell’area Australasia. Quello di British Airways è un ritorno di fiamma per Qantas. Nel 1993, infatti, il vettore britannico acquistò il 25% dell’aviolinea dal governo australiano durante la privatizzazione. La quota, però, fu poi ceduta nel 2004. Attualmente, secondo le leggi in vigore, un singolo investitore straniero potrebbe acquisire solo fino al 25% di Qantas mentre aviolinee straniere potrebbero rilevare collettivamente sino al 35%. Il governo sta valutando se rimuovere i limiti consentendo a ciascuna singola parte di possedere sino al 49%. Una fusione fra l’aviolinea britannica e quella australiana garantirebbe comunque il mantenimento delle rispettive identità nazionali.