British vara il piano di risparmi

da Londra

Contenimento dei costi e miglioramento del servizio ai passeggeri. Sono queste le linee guida del nuovo piano industriale 2006-2008 di British Airways, il primo da quando Willie Walsh è diventato Ceo della compagnia britannica. Il piano prevede risparmi sui costi per un totale di 450 milioni, 225 nel primo anno, con un incremento dei ricavi nel 2006 del 5-6%. Circa 200 milioni di sterline saranno investiti nel miglioramento dell’offerta a cominciare da una nuova cabina Club World, la business class a lungo raggio; l’introduzione di film on-demand in tutte le classi di viaggio oltre a ulteriore investimento sul portale ba.com. British punta inoltre a migliorare le performance di puntualità e consegna bagagli in vista dello spostamento al Terminal 5 dell’aeroporto londinese di Heathrow e a incrementare l’utilizzo di self-service check-in. «Questo piano - dice Walsh - ci preparerà al futuro e con esso possiamo rendere realtà l’obiettivo del 10% di margine operativo». Per il periodo 2006-2007, British Airways ha previsto una crescita dei ricavi attorno al 4 o 5% portata da un incremento della capacità offerta e degli indici di riempimento. La previsione per il periodo 2006-07 per il costo del carburante è di un incremento di circa 400 milioni di sterline.