Britney Spears sempre più nei guai: il giudice le revoca la custodia dei figli

Il giudice aveva ordinato alla cantante di sottoporsi a regolari test antidroga e di noleggiare un pulmino
dopo aver riscontrato tracce di "uso frequente e abituale di sostanze controllate e alcol". Ora arriva la doccia fredda: i due bambini affidati al padre, l'ex marito Kevin Federline

Los Angeles - La tribolata vita fuori dal palcoscenico di Britney Spears, nello sforzo di tornare al successo nella carriera, ha indotto ieri un giudice a toglierle la custodia dei due figli, affidati al solo padre. La decisione del tribunale che è stata resa pubblica non è stata motivata. E i portavoce della Spears e dell’ex marito, Kevin Federline, ballerino e aspirante artista di rap, non sono stati rintracciabili per un commento immediato. Lo stesso giudice della Los Angeles Superior Court, Scott Gordon, aveva ordinato alla Spears due settimane fa di sottoporsi a regolari test antidroga e di noleggiare un pulmino dopo aver riscontrato tracce di "uso frequente e abituale di sostanze controllate e alcol". L’ultima decisione del giudice indica che Federline "prenderà la custodia fisica dei minori mercoledì, sino a ulteriore ordine del tribunale". La sentenza è giunta dopo che la Spears, la cui carriera è rimasta al palo dal matrimonio con Federline tre anni fa, è tornata nelle classifiche con nuovo singolo "Gimme More." La Spears, 25 anni, e Federline, 29, hanno divorziato in luglio ma hanno poi ingaggiato un’accesa battaglia per la custodia dei due figli, Sean Preston, 2 anni, e Jayden James, 1.