Britti-Bennato, un concerto per due

Simone Mercurio

È il connubio artistico più riuscito dell’estate quella fra il «gatto e la volpe» della musica italiana. Edoardo Bennato e Alex Britti sono in questi mesi in tour e saranno stasera in concerto alla Cavea del Parco della Musica per «Luglio Suona Bene», dalle 21. Su chi sia il gatto e chi la volpe lasciamo decidere chi legge. Certo è, che il duetto tra due cantastorie così poco ordinari diverte al solo pensiero, per chi ama la canzone d’autore ironica, scanzonata, ma mai banale. Il cantastorie, il giullare, un po’ «masaniello» della musica partenopea, assieme al chitarrista romano di blues, al musicista da tour prestato al pop. Amici e complici, la collaborazione di Edoardo Bennato & Alex Britti nasce dall’amore comune per il blues e dal piacere di condividere il proprio talento. I due artisti si scambieranno canzoni del repertorio e faranno alcuni imperdibili duetti. Dopo aver presentato in anteprima al Concerto del Primo maggio il nuovo brano scritto a quattro mani Notte di mezza estate», i due tornano dunque nella Capitale per un concerto speciale come questo alla Cavea che esalterà le capacità più prettamente acustiche dei due. Carriere che si sono già incrociate in passato: nell’ultimo disco di Edoardo Bennato, La fantastica storia del pifferaio magico, il cantautore romano ha suonato la chitarra nel brano Ogni favola è un gioco; il rocker napoletano invece, è stato ospite a un concerto romano di Alex Britti. Senza pensarci troppo, hanno deciso di andare in giro a fare concerti insieme per tutta l’estate. «L’idea è venuta a delle persone che lavorano con me ed Edoardo - ha raccontato Britti -. Io e lui siamo amici da tempo, dopo rispettivi incroci e ospitate in alcuni nostri concerti le persone del nostro entourage ci hanno detto: “Insieme suonate benissimo! Perché non fate un tour insieme, c’è da divertirsi”. Non ce lo siamo fatti dire due volte». Da Meno male che adesso non c’è Nerone, all’Isola che non c’è, da Il gatto e la volpe a La vasca di Britti, nelle due ore di concerto saranno attraversati i successi dei due artisti in una scaletta «a braccio». Con loro sul palco Gennaro Porcelli alla chitarra, Fabrizio Sciannameo al basso, Fabrizio Fratepietro alla batteria, Carlo Di Francesco alle percussioni, Ernesto Vitolo all’hammond, Loris Malaguti al campionatore e le coriste Gabriella Scalise e Claudia Arvati.