Brividi Inter: pericolo ucraino ma gioia Samuel

Champions: nell’urna pesca lo Shakhtar di Lucescu. Moratti: «È la più dura». Chiuso l’affare Samuel. Dal Genoa arriva Milito. Sconfitta col Treviso, Cordoba ko, e vittoria inglese. Maradona: «Vincete lo scudetto»

Jacopo Casoni

Lo Shakhtar Donetsk per l’Inter, lo Sporting Lisbona per l’Udinese. È questo il responso dell’urna di Nyon, dalla quale ieri è uscito il tabellone del terzo turno preliminare della Champions League. I nerazzurri hanno evitato l’Everton e il Betis Siviglia, considerati gli avversari più pericolosi, ma, il 9 o 10 agosto, data della gara d’andata a Donetsk, lo Shakhtar avrà già nelle gambe cinque giornate di campionato, mentre per l’Inter sarà il primo impegno ufficiale della stagione. Gli interisti possono consolarsi con le parole di Diego Armando Maradona, che giovedì si è sbilanciato: «Scudetto all’Inter».
I campioni ucraini hanno in panchina l’ex Mircea Lucescu. Anche tra i giocatori figura un «italiano»: Matuzalem, 25enne centrocampista brasiliano con un passato a Napoli, Piacenza e Brescia. È la quinta volta che lo Shakhtar incrocia formazioni italiane: mai con successo. L’ultima sfida risale alla scorsa Champions, quando gli ucraini furono inseriti nel gruppo del Milan e vennero eliminati anche in virtù delle due sconfitte rimediate contro i rossoneri.
La notizia del sorteggio ha raggiunto Roberto Mancini in Inghilterra. «Sarà dura – sono state le prime parole del Mancio –. Affronteremo una squadra fisicamente più avanti di noi, ma abbiamo fiducia nelle nostre possibilità». A Nyon c’era il presidente Giacinto Facchetti. «Abbiamo pescato uno degli avversari più difficili tra quelli possibili, sia per il valore della squadra che per un differente grado di preparazione. Comunque, abbiamo ancora una decina di giorni di lavoro prima dell’andata». Massimo Moratti è andato oltre. «La più difficile che poteva capitare è capitata».
Per quanto riguarda il mercato, la tarda serata di ieri è stata decisiva per l’operazione Samuel. L’Inter e il giocatore hanno trovato l’accordo anche sugli ultimi dettagli che avevano rallentato la trattativa nei giorni scorsi. L’argentino sosterrà le visite mediche lunedì e poi si aggregherà ai nuovi compagni. La trattativa ha registrato un’accelerazione anche a causa dell’infortunio occorso a Cordoba nel pomeriggio, durante l’amichevole con il Treviso (distorsione della caviglia). In questo modo, Samuel sarà iscrivibile alla lista dei giocatori utilizzabili nel preliminare, da presentare all’Uefa entro il 4 agosto. Intanto, Davids non ha accettato le condizioni economiche proposte dal Tottenham. In caso di mancato trasferimento dell’olandese, l’Inter sarebbe costretta a congelare l’ipotesi Figo. D’accordo con la società, Francesco Coco ha lasciato il ritiro e sta valutando alcune offerte che gli sono pervenute, tra cui quella dell’Ajax. In arrivo anche Milito dal Genoa, per il quale le due società avrebbero trovato l’accordo.
Ieri pomeriggio i giocatori rimasti in Italia hanno perso 4-1 in amichevole con il Treviso a Riscone di Brunico. In serata, al Carrow Road di Norwich, l’Inter ha sconfitto 2-0 i padroni di casa, con reti di Choutos al 32’ e Martins all’85’. Adriano è rimasto in campo più di un’ora, ma è apparso ancora lontano dalla migliore condizione.
All’Udinese è toccato lo Sporting Lisbona, finalista dell’ultima coppa Uefa. I portoghesi sono sicuramente un avversario di tutto rispetto ma i friulani, non figurando tra le teste di serie, avrebbero potuto pescare squadre più titolate, in particolare Manchester United e Liverpool. «Non posso dire di essere soddisfatto o meno – ha spiegato il tecnico Serse Cosmi – la gara è tutta da giocare, sarà intensissima». Tra le altre sfide del 9-10 agosto (ritorno 23-24), spiccano Everton-Villarreal e Betis Siviglia-Monaco. Mentre il Liverpool, se supererà il secondo turno contro i lituani del Kaunas, affronterà la vincente di Tirana-Cska Sofia.