Da «Bronte» a «Vulcano», la Sicilia in film

Patrizia Rappazzo

La Sicilia arriva a Milano con 900 Passi in Sicilia, il progetto patrocinato dall’assessorato al Turismo della Regione Sicilia che ruota attorno alla valorizzazione dei Parchi Letterari dell’isola, dedicati ai giganti siciliani della letteratura italiana. Milano farà da palcoscenico con un ricchissimo programma che prevede la «settimana letteraria» alla Libreria Feltrinelli di piazza Piemonte, una rassegna culinaria in selezionati ristoranti siciliani, incontri con gli autori della casa editrice Sellerio presso il Caffè Letterario di Via Solferino e una rassegna cinematografica - di film e documentari in cui la Sicilia è protagonista - curata dalla Fondazione Cineteca Italiana e in programmazione allo Spazio Oberdan (fino al 5 giugno). Oltre ai film fa parte della rassegna Terra che brucia, il concerto visuale di Massimo Cavallaro (oggi ore 21.30) che nasce dall’idea di creare un legame profondo tra musica e immagini e fra passato e presente. Gli splendidi documentari in bianco e nero - realizzati in Sicilia e nelle isole Eolie negli anni ’40 - dalla Panaria Film, una pionieristica casa di produzione cinematografica (produsse vari film, tra gli altri : Vulcano di William Dieterle, con Anna Magnani e La carrozza d'oro di Jean Renoir, ancora con la Magnani), che nell’immediato dopoguerra si è impegnata nella realizzazione di diversi documentari, girati con raffinata e sapiente tecnica cinematografica - fanno da contrappunto alla musica varia e ricca di emozioni, dal jazz all’ambient, dall’etnica all’elettronica, pensata come un crossover di stili contemporanei. Da non perdere tra i film in programmazione Bronte (oggi ore 19 e il 2 giugno ore 17), ricostruzione del drammatico episodio verificatosi a Bronte, presso Catania, poco tempo dopo l’impresa dei Mille in cui, dopo un processo sommario, furono fucilate centocinquanta persone per ordine di Nino Bixio; e Il Gattopardo di Visconti (domani ore 21.15 e il 29 ore 15) entrambi presentati in copia restaurata a cura del Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale. Per la proiezione del film Alla luce del sole, storia di Don Puglisi, parroco del Brancaccio, quartiere di Palermo ad alta densità mafiosa, si segnala la presenza del regista Roberto Faenza (il 28 ore 21.15). Tra gli altri in programma Cadaveri Eccellenti di Francesco Rosi (1 giugno ore 19), itinerario di una lunga indagine fino alle alte sfere del potere.
I Cento Passi di Marco Tullio Giordana, storia vera di Peppino Impastato, giovane palermitano ucciso dalla mafia per ordine di Tano Badalamenti, boss di Cosa nostra la cui casa, a Cinisi, era a cento passi da quella della famiglia Impastato (domani ore 17); Come Inguaiammo Il Cinema Italiano diretto da Daniele Ciprì e Franco Maresco, documentario sul percorso teatrale e cinematografico di Francesco Benenato e Francesco Ingrassia, in arte Franco e Ciccio (il 2 giugno ore 21.30), Lo Zio di Brooklyn, sempre degli stessi autori, semiserio ritratto di uno sgangherato boss mafioso palermitano (4 giu. (h 19); Kaos di Vittorio Taviani e Paolo Taviani (il 28 ore 17), Un uomo da bruciare, ancora dei Taviani, coraggiosa storia di un sindacalista siciliano che decide di abbandonare un incarico a Roma e di tornare al proprio paese per battersi e lottare contro il colosso mafioso (il 5 giugno ore 15).

Annunci

Altri articoli