Bruce Springsteen a Roma a presentare «Darkness»

Roma Bruce Springsteen a Roma. La rockstar sarà al Festival internazionale del film lunedì per partecipare, ospite d’onore, alla proiezione del film The Promise: The Making of Darkness on the Edge of Town, di Thom Zimny, in concorso nella sezione L’Altro Cinema - Extra a cura di Mario Sesti. La conferma dell’arrivo del Boss, già ventilata nei giorni scorsi, è ormai ufficiale: il 1 novembre alle 21 sarà nella sala Petrassi dell’Auditorium. Il sold out è inevitabile.
The Promise: The making of darkness on the edge of town, che ha avuto una grande accoglienza negli Stati Uniti, rievoca la realizzazione nel ’76 di Darkness on the Edge of Town, che fu il frutto di una decisiva fase creativa di Springsteen. Il 16 novembre Sony Music farà uscire in dvd il film in una confezione deluxe composta da oltre sei ore di filmati e riprese video inedite e due ore di musica realizzate nel periodo 1976-1978. Un cofanetto con 3 cd: uno con la versione rimasterizzata di Darkness On The Edge Of Town del 1978 nella sua scaletta originale e due contenenti ben 21 canzoni inedite. Il Boss allora aveva 26 anni e la furia instancabile di un adolescente con un grande futuro. Era reduce dal successo di Born to Run, in poche settimane riempì il suo quaderno con i testi di più di 50 canzoni. Il film di Zimny racconta sia la ricerca artistica (il desiderio di ricreare in studio il sound dal vivo della band) sia la profonda aspirazione estetica ed esistenziale («More than rich, more than famous, more, more than happy, I wanted to be great», confessa Springsteen). «È stata una grande esperienza lavorare con Bruce, Jon Landau e la E Street Band», dice invece il regista Thom Zimny. «È un grande onore, per me, partecipare a questo festival meraviglioso e sono davvero elettrizzato dall’idea di presentarvi il mio film».
Regista pluripremiato, Zimny, già collaboratore scenico e archivista di Springsteen per più di dieci anni, ricostruisce con The Promise le prove e la registrazione, tra il 1976 e il 1978, di uno degli album più importanti della storia della musica e raccoglie le testimonianze di tutti coloro che parteciparono a quella stagione irripetibile (Patti Smith, il manager Jon Landau, Patti Scialfa e gli altri membri della E Street Band).