Brucia raffineria, paura a Genova Bloccate autostrada e ferrovia

Paura ieri sera a Genova a causa di un violento incendio scoppiato nella raffineria Implom di Genova Busalla. Le fiamme sono divampate poco dopo le 20, levandosi alte al cielo e costringendo, per motivi di sicurezza, alla chiusura, dell’autostrada A7 Genova-Milano, che in quel tratto scorre vicino alle cisterne di petrolio.
Bloccata contemporaneamente anche la linea ferroviaria. Il traffico dei treni, rimasto fermo per alcune decine di minuti, è stato poi deviato via Mignanego, lungo la nuova linea, ed è ripreso regolarmente bypassando la zona interessate dal rogo.
Nel frattempo decine di mezzi dei vigili del fuoco, arrivati anche da altre province, sono accorsi sul posto nel tentativo di evitare che l’incendio, sprigionatosi nella zona centrale della raffineria nei pressi di enormi serbatoi di benzina e bitume, si estendesse. Soprattutto, i soccorritori, affiancati da mezzi areoportuali dotati di schiumogeno a lunga gittata, hanno dovuto preoccuparsi di raffreddare le enormi cisterne non ancora intaccate dal fuoco per far sì che non esplodessero. Mentre da terra si sono levati in volo anche i Canadair pronti a gettare acqua sull’incendio.
Le fiamme, visibili nell’oscurità a chilometri di distanza, sarebbero partite da alcuni serbatoi di gasolio, per cause ancora tutte da chiarire. Stando alle prime notizie, tra i dipendenti, fortunatamente, non ci sarebbero feriti, ma ancora a tarda ora le fiamme non erano state del tutto domate. Un altro incendio, nella stessa raffineria, era già scoppiato nel settembre 2005 causando panico ed evacuazioni nella zona.