Bruciava i gazebo anarchico in cella

Poco dopo le 4.30 di ieri mattina i poliziotti di una volante lo hanno sorpreso - dopo che, nel giro di un’ora e mezzo, in città erano bruciati ben due gazebo de La Destra e del Pd rispettivamente in piazza San Babila e in piazza Cinque giornate - mentre si aggirava nei dintorni di un terzo gazebo, anche questo del Pd, in piazza Argentina, con addosso alcuni accendini, giornali e uno spray infiammabile. È finito così in manette con l’accusa di tentato incendio e una denuncia a piede libero per imbrattamento, uno studente universitario 23enne, appartenente all’area anarco-animalista. Le telecamere della Banca Popolare di Sondrio di viale Piave lo hanno immortalato mentre, sempre nella stessa fascia oraria, scriveva sui muri dell’istituto di credito «No al voto», firmando con la tipica A dell’anarchia.