Brugnato Galante è categorico: «Non mi candido con nessuno»

Claudio Galante, lo «storico» sindaco di Brugnato, non è entrato nelle liste del Pdl per le regionali, e la sua esclusione ha provocato più di un malumore. Su di lui sono subito andati in pressing gli esponenti del centrosinistra, nella speranza di fare il colpo gobbo. Ma Galante interviene per mettere fine alle voci. «Non mi candido e invito i rappresentanti locali del Pdl che mi avrebbero voluto in lista a non fare passi ulteriori per chiedere un inserimento dell’ultima ora - precisa - Li ringrazio per l’interessamento ma non devo candidarmi a tutti i costi». E per questo le sirene avversarie, soprattutto quelle dell’Udc, si ritrovano senza la loro arma migliore. «Tranquillizzo tutti - aggiunge l’ex sindaco - Non scenderò in campo con altre formazioni».
Così ancora una volta è la coalizione di Sandro Biasotti a rafforzarsi grazie a esponenti politici che fino ad ora militavano in altri partiti. La lista civica del presidente infatti conta nello spezzino le candidature di Paolo Gallo, ex presidente della Comunità Montana Val di Vara in quota Udc, e Gaetano Russo, segretario provinciale del partito di Casini, per il momento ancora formalmente esponente di spicco Udc.